Ipotesi sui Virus: Coronavirus

“… L’impatto dei virus sulla vita, però, non si ferma solo al loro potenziale patogenoDal punto di vista genetico sono portatori di novità. In altre parole, hanno un ruolo sull’evoluzione degli organismi viventi. Una doppia faccia che affascina e inquieta allo stesso tempo.” (2019-Quaderni delle SCIENZE dedicato ai Virus)

Per quanto riguarda questi Microvita di ordine grezzo che possono essere visualizzati da un microscopio, la gente dà loro il nome di “virus”. Dicono: “Questa malattia è di origine virale”. Ma virus è un termine vago. Il termine migliore è Microvitum, e non virus[1]. (P.R. Sarkar 1986)

In effetti la parola “Virus” deriva dal latino “Veleno” e denota solo il lato negativo delle sue funzioni. I Virus non sono solo patogeni, ma anche portatori della vita e responsabili dell’evoluzione, asserisce Sarkar.

[1] P. R. Sarkar – Microvitum — The Mysterious Emanation of Cosmic Factor – Microvitum in a Nutshell

Raccogliamo dai numerosi scritti (Microvitum in sintesi, e circa 30 articoli) diversi stralci sul nuovo concetto di MICROVITUM e Microvita e Virus, descritti da P.R. Sarkar. Il Concetto di Microvita andrà a rivoluzionare la nostra esistenza, la fisica, la chimica, la medicina, la psicologia, la scienza dei materiali, etc. Dovremmo fare molta ricerca per inaugurare la nuova era Microvita. Le parti in corsivo sono di P.R. Sarkar.

Premessa

P.R. Sarkar nel suo libro “Microvitum – la misteriosa emanazione del fattore cosmico”, afferma che: 

In precedenza, le persone avevano l’impressione che le molecole fossero le particelle più piccole degli elementi.  Più tardi si è scoperto che gli atomi, non le molecole, erano le entità più piccole.  Ancora più tardi si scoprì che anche un atomo non è la particella più piccola, perché gli atomi sono composti di elettroni, protoni e molte altre particelle immaginarie e non immaginarie”.

[La materia (particelle elementari, atomi, materia oscura ed energia oscura) secondo Sarkar è composta da entità infinitamente più piccole dei Quark, Pioni, Nutrini, etc.].

“Ci sono entità che rientrano nel regno della fisicità e delle espressioni psichiche che sono più piccole o più sottili degli atomi, degli elettroni o dei protoni, e nel regno psichico possono essere più sottili dell’ectoplasma. Per tali oggetti o entità uso il termine “Microvitum”.

Che cosa è il Microvitum?

Sarkar afferma che il Microvitum è più energia che materia, è

  1. Pacchetto di energia, supportato dalla Coscienza
  2. Non occupa spazio se non in teoria
  3. Non ha una struttura interna

 

Milioni di Microvitum costituiscono un elettrone, miliardi costituiscono un atomo. Il Microvita (associazioni di Microvitum) è  il costituente fondamentale della MATERIA e responsabile della vita nel cosmo.
La Materia non è energia IMBOTTIGLIATA ma energia IMPACCHETTATA, confezionata.

Microvitum_str

Immagine di fantasia del pacchetto di energia supportato dalla coscienza.

Che cosa è l’energia?

L’energia cruda presente nel Cosmo è una forza ‘cieca’ e deve essere governata.  Possiede 3 caratteristiche: è indistruttibile, inter-cambiabile e inter-transmutabile ed è presente sia a livello psichico sia a livello materiale. A livello materiale tale energia può essere trasformata in energia luminosa, atomica, cinetica, calorica, etc. in moltissime forma di energia. A livello psichico in energia ectoplasmatica, vitale, etc. 

“L’Energia, la Microvita, stanno nella linea di demarcazione tra l’astratto e la materia”

Che cosa è il Microvita?

La somma di più Microvitum si definisce Microvita, di molti tipi e caratteristiche.

“Questi Microvita possono essere ampiamente divisi in tre categorie:

  1. prima, quelli che rientrano nell’ambito della visualizzazione al microscopio;
  2. seconda, quelli che non rientrano nell’ambito della percezione, ma che rientrano nell’ambito della percezione come risultato della loro espressione, come risultato della loro vibrazione attiva (vediamo il risultato della loro azione: le foglie si muovono, diciamo che è stato il vento, ma non lo vediamo)
  1. terza, quelli che non rientrano nell’ambito della percezione comune, ma che rientrano nell’ambito di un tipo speciale di percezione che è in realtà il riflesso della concettualità, alla periferia della percezione.


Tale percezione – quel particolare tipo di percezione – può essere percepita o realizzata da persone che hanno una mente altamente sviluppata, che hanno una mente orientata spiritualmente.

Immagine della struttura di un virus, che Sarkar definisce Microvita.

Astratto e Materia

Ora, l’entità o le entità che possono essere concepite dalla mente sono puramente astratte, e quelle che entrano nelle percezioni o nei sentimenti degli organi sensoriali o motori sono materia, materia pura.  Ma la posizione dell’energia e dei Microvita è su questa linea di demarcazione tra la materia e l’astratto.  L’energia generalmente rientra nel campo della percezione, ma non sempre.  L’energia, nella sua forma sottile, non rientra nel campo della percezione. Anche i Microvita sottili non rientrano nel campo della percezione, ma rientrano nel campo della concettualizzazione.

Sapete, sia i Microvita che l’energia sono attive in diversi piani di espressione, cioè in diversi piani fisici o psico-spirituali dell’essere unitario o delle propensioni collettive, e nei piani fisici delle inferenze[1].  Ma i Microvita sono più attivi negli strati fisico-psico-spirituali, e l’energia è più attiva nei piani fisici delle inferenze.

 Il Microvitum è l’entità più piccola.  La somma di molti Microvitum forma un atomo di carbonio.  Poiché un Microvitum è l’entità più piccola, non può avere una struttura come quella di un atomo o di un sistema solare.  Poiché un Microvitum è un’entità singolare, non ha una struttura. Per sua natura è più energia che materia, quindi viaggia e si muove attraverso le inferenze (Oggettive: suono, tatto, vista, gusto, odorato), mentre altre entità non possono muoversi attraverso le inferenze.

In linea di principio, i Microvita negativi e positivi sono gli stessi, ma il loro campo di attività è diverso”.

I Microvita negativi sono pro-ectoplasma (mentale) e i Microvita negativi sono pro-materia. In pratica quando una persona ha pensieri positivi, elevanti, essi portano Microvita positivi. Quando la stessa ha pensieri negativi, egoistici, imperialisti, distruttivi, attiva Microvita negativi. Ciò che si dice, pensare positivamente. La cosa interessante è che Sarkar afferma:

 “Quando il Microvita negativo divora il Microvita positivo di una persona malata, allora quella persona muore.  I farmaci riducono solo il dolore causato dalla malattia in diverse parti del corpo, e quindi non è corretto dire che la medicina cura una malattia. La malattia può essere curata solo quando il numero di Microvita positivi aumenta e divorano i Microvita negativi”…

“Ci sono alcune persone che possono curare le malattie semplicemente con il tatto. La scienza che sta dietro a tutto questo è ancora l’applicazione di Microvita positivi. E la causa della decomposizione di qualsiasi cosa nel tempo sono i Microvita negativi”.

“I Microvita sono un felice connubio tra materia e idea.  C’è una linea di demarcazione costituita dalla fase iniziale della materia e dalla fase finale dei Microvita. O in altre parole c’è una linea di demarcazione tra lo stadio finale dei Microvita e lo stadio iniziale della materia”.

Partendo dal concetto di base espresso da Sarkar nei suoi discorsi, lo studioso Richard Gautier ha sottolineato il coinvolgimento dei Microvita nell’organizzazione dell’energia per la creazione e il mantenimento delle strutture. Ha scritto: “…senza Microvita, non può esistere alcuna struttura fisica. Questo perché, senza Microvita, l’energia o il prana non possono essere organizzati per diventare energia vitale e creare o mantenere l’esistenza di una struttura“.

Virus

Per quanto riguarda questi Microvita di ordine grezzo che possono essere visualizzati da un microscopio, la gente dà loro il nome di “virus”. Dicono: “Questa malattia è di origine virale”. Ma virus è un termine vago. Il termine migliore è Microvitum, e non virus[2].

Mobilità significa movimento attraverso un mezzo o un medium. Nello stesso movimento ci può essere più di un mezzo, cioè ci possono essere molti media alla volta. Anche questi Microvita si muovono attraverso diversi media. Si muovono attraverso il suono. Il cosiddetto virus di una persona malata si muove attraverso il suo suono. Possono muoversi attraverso la tattilità. Possono muoversi attraverso forme o figure. Nel caso di alcune malattie, la malattia si diffonde attraverso l’odore della malattia, e nel caso di Microvita più sottili, possono muoversi attraverso le idee.

Ora, qual è la causa alla radice della generazione di questo universo? Qual è il punto di partenza della vita o della vitalità? Questi Microvita sono i portatori della vita in diverse stelle, pianeti e satelliti – non gli atomi di carbonio o molecole di carbonio. Queste creature viventi con il loro movimento misterioso creano menti e corpi, corpi viventi in diversi corpi celesti, e distruggono anche menti e corpi fisici, o corpi sviluppati o non sviluppati, in qualsiasi angolo di questo universo. Quindi la causa principale della vita non è il protozoo unicellulare o cellula protoplasmatica unitaria, ma questo Microvitum unitario”.

Quindi i Microvita più grossolani (Virus) sono portatori sia della vita sia agenti dell’evoluzione in tutti i pianeti. La ricerca afferma che i Virus hanno affinità per il DNA delle cellule viventi, e si sono trovati migliaia di virus, già presenti come Geni, all’interno del DNA umano. Quindi i Virus sono anche portatori di caratteri ereditari in tutti gli esseri viventi[3].

In effetti la parola “Virus” deriva dal latino “Veleno” e denota solo il lato negativo delle sue funzioni. I Virus non sono solo patogeni, ma anche portatori della vita e responsabili dell’evoluzione, asserisce Sarkar.

Su Quaderni delle SCIENZE dedicato ai Virus, che è possibile scaricare gratis, vi è questa nuova interpretazione dei virus, che conferma con la ricerca, l’ipotesi di Sarkar:

“L’impatto dei virus sulla vita, però, non si ferma solo al loro potenziale patogenoDal punto di vista genetico sono portatori di novità. In altre parole, hanno un ruolo nell’evoluzione degli organismi viventi. Una doppia faccia che affascina e inquieta allo stesso tempo.”

Ora, ci dovrebbe essere un ampio lavoro di ricerca su questo Microvitum o su questi Microvita. Il nostro compito è gigantesco e dobbiamo iniziare immediatamente il nostro lavoro di ricerca su questi Microvita senza ulteriori ritardi, altrimenti molti problemi della società moderna non saranno risolti in modo piacevole… Qui dovremmo ricordare ancora una volta il fatto che questi Microvita sono creazioni della fase interna (Creazione dell’universo), piuttosto nella fase di ritorno dell’espressione cosmica (Evoluzione). Siamo esseri umani con un intelletto sviluppato. Penso, anzi spero, anzi sono sicuro che arriverà il giorno in cui gli esseri umani avranno il giusto controllo su questi Microvita.

Microvita (ex virus) positiva e negativa

In linea di principio, i Microvita negativi e positivi sono gli stessi, ma cambia solamente il loro campo di attività. (P.R. Sarkar)

Tra i diversi plessi del corpo, o i diversi centri nervosi, i Microvita funziona direttamente sui centri nervosi e indirettamente su altre porzioni e altre ghiandole [endocrine] del corpo.  Essi influenzano notevolmente il plesso solare (Cuore) e il plesso siderale (Gola).  Nel plesso solare influenzano le capacità vocali, oculari e auricolari della struttura umana, sia in ordine pro-materialistico che pro-spiritualistico.  Ma al di sopra del plesso igneo (Ombelico) il Microvita negativo non può funzionare correttamente; cioè, al di sopra del plesso igneo il ruolo dei Microvita positivi è prominente, e il ruolo dei Microvita negativi è insignificante, molto meno di quello dei Microvita positivi. Allo stesso modo, nella struttura ignea e più sotto, l’influenza dei Microvita negativi è prominente, e quella dei Microvita positivi è insignificante. Quindi, per quanto riguarda il plesso igneo o altri plessi, l’essere umano dovrebbe essere ben dotato di forza spirituale per resistere all’influenza dei Microvita negativi.

Ipotesi

Vi sono perciò dei Virus deputati allo sviluppo di caratteri ereditati, che apportano nuovi Geni all’interno del DNA degli esseri viventi, e virus che hanno la caratteristica di distruggere corpi e menti degli esseri viventi. L’aspetto interessante è che i ‘virus’ o “Microvita” positivi, come ipotesi, avrebbero inserito i loro Geni per l’allungamento del collo della giraffa, avrebbero perciò contribuito alla espressione di un desiderio innato della specie delle giraffe primitive, che ambivano collettivamente raggiungere i rami più alti degli alberi per alimentarsi: una questione di vita o di morte, di sopravvivenza e avevano bisogno dell’allungamento sia delle gambe sia del collo”[4]. Si dice nel testo “Virolution” di Ryan Frank, che nel passaggio epocale dagli ovipari ai placentati vi è stata una infestazione, delle specie, da parte di un numero notevole di virus che hanno contribuito a creare gli ormoni, la placenta, le mammelle per l’allattamento, etc. e permettere il salto di qualità, la creazione dei Mammiferi. Questi sono virus o Microvita positivi.

La stessa cosa è valsa per l’inclusione, nelle cellule degli esseri umani, di corpuscoli vegetali che utilizzavano la clorofilla per produrre energia, divenuti ora i Mitocondri, le centraline energetiche della cellula vivente. In effetti i Mitocondri umani usano carboidrati, lipidi e proteine e clorofilla che noi ingeriamo, per produrre energia chimica, all’interno della cellula.

In alcuni casi i Virus patogeni sono quei virus che non sono in linea, contrastano con il nostro cammino evolutivo, e distruggono i corpi e le menti. Facciamo un esempio.

I virus presenti nei pipistrelli, potrebbero avere le stesse caratteristiche di promozione di modifiche genetiche nella specie, potrebbero fornire ai pipistrelli stessi nuove capacità ed espressione alle loro necessità innate per potere adattarsi all’ambiente ed esprimere le proprie potenzialità.

In un ambiente molto promiscuo di animali ed esseri umani, in un ambiente in cui siano presenti un numero abnorme di carcasse di animali in vendita in un grande mercato come quello di Huwan, potrebbe essere che questa vicinanza possa aver portato a delle mutazioni del virus per adattarsi all’ambiente descritto. Questo virus non ha proprietà evolutive per gli esseri umani, ma proveniendo da un animale un po’ più indietro nella catena evolutiva rispetto agli esseri umani, e non portando dei caratteri ereditari richiesti dagli stessi, la sua azione sia in contrasto con la fisiologia umana più evoluta di quella dei pipistrelli, quindi patogene per noi.

Questa viene definita da P.R. Sarkar “Microvita negativa”. L’influenza Spagnola, afferma Sarkar, è stata causata dall’arrivo di Microvita negativa attirata da condizioni ambientali avverse e negative: dopo la prima guerra mondiale erano rimasti sul terreno 25 milioni di morti. Questa non è una condizione ambientale favorevole e sembra che ciò abbia favorito lo sviluppo o la mutazione di virus che hanno fatto il loro lavoro: continuato nella demolizione della specie iniziata dalla 1° guerra mondiale…

“Anche se i Microvita sono corpi fisici molto, molto sottili, sono esseri viventi. Si possono fare ricerche su di loro nei laboratori chimici e nei laboratori medici e medicali. Si deve applicare una tecnica sottile.

                Lo stadio iniziale della materia va oltre la percezione. Rientra nella categoria del regno sottile della scienza. La maggior parte delle ricerche atomiche fatte fino ad ora è stata fatta sulla base del metodo delle congetture, perché i diversi stadi dell’atomo, e le diverse parti costitutive dell’atomo, non rientrano nella percezione diretta – rientrano nell’arena del concetto umano. Per questo motivo la ricerca Microvita deve essere fatta prima nel laboratorio mentale.

                Sia gli atomi che i Microvita hanno una porzione sottile e una grossolana. La parte più vicina all’idea è più sottile e la parte più vicina alla materia è più grossolana. Per studiare le porzioni più grossolane sia degli atomi che dei Microvita sono necessari laboratori fisici. Per studiare gli aspetti più sottili di entrambi, sono necessari le pratiche spirituali [o intuizionali]. La porzione di atomi che hanno una stretta vicinanza all’idea – cioè la porzione più sottile dell’atomo – è compresa nelle pratiche spirituali. Questa parte non può essere ricercata solo nei laboratori fisici. 

                Perché i laboratori fisici sono necessari per la ricerca Microvita?  Stando seduti a fare ricerca intuizionale o spirituale non si può utilizzare il Microvita per il bene dell’umanità. Bisogna impegnarsi nella ricerca fisica. Se i test di laboratorio vanno di pari passo con le pratiche psico-spirituali, allora la ricerca avrà risultati straordinari. Il caso è simile per la ricerca atomica”.

Il mondo di oggi è in una situazione caotica, in uno stato distruttivo. I Microvita negativi stanno attaccando il pianeta. In questa grave situazione è necessario un risveglio spirituale molto potente. Questo è ciò che P.R. Sarkar disse al mondo molti anni fa.

 

[1] Le frequenze di SUONO, TATTO, LUCE, GUSTO, ODORATO

[2] P. R. Sarkar – Microvitum — The Mysterious Emanation of Cosmic Factor – Microvitum in a Nutshell

[3]Virolution” di Frank Ryan – Mondadori ed.

[4] Richard Gauthier – The Microvita Revolution Include: – Microvita and the Origin of SpeciesTowards a new Science of Matter, Life and Mind