LA TEORIA SOCIO-ECONOMICA PROUT

 la teoria socio-economica prout 

PROUT è l’abbreviazione di PROgressive Utilization Theory, Teoria dell’Utilizzazione Progressiva o Socialismo Umanistico. 

Una Teoria socio-economica esposta per la prima volta nel 1956 dal filosofo P.R.Sarkar. Per dare un’idea pratica dell’importanza del PROUT, per la nostra società, vediamo una sua caratteristica chiave:


 Pianificazione decentralizzata 
La pianificazione economica proutista si basa sull’ideale del benessere di tutti. Questo ideale guida illuminerà il percorso di liberazione socio-economica degli esseri umani. La pianificazione capitalista non è basata sul benessere collettivo ma su interessi individuali o di gruppo. Una caratteristica principale dello sfruttamento capitalista è che i capitalisti acquisiscono il controllo sulle materie prime in una regione alla ricerca del profitto. Non dovrebbe essere permesso a questo stato di cose di continuare. Piuttosto, le risorse disponibili devono essere utilizzate per lo sviluppo socio-economico della popolazione locale.

Nella pianificazione economica proutista, ogni sezione della società rientrerà nell’ambito della pianificazione. Sarà possibile non solo realizzare le speranze e le aspirazioni economiche della popolazione locale, ma gli interessi individuali, di gruppo o di partito non avranno più possibilità di controllare l’economia. Attraverso questo approccio, è possibile realizzare la crescita a 360 gradi degli individui e della collettività. La formazione di un tale ambiente socio-economico soddisferà non solo i bisogni materiali degli esseri umani, ma fornirà anche una solida base per la loro elevazione psichica e spirituale.

 Pianificazione dello sviluppo 

… sarà distrutto il ‘seme’ della centralizzazione economica.

L’economia decentralizzata di PROUT segue uno specifico principio guida. In altre parole, un’efficace pianificazione economica dovrebbe basarsi su quattro fattori fondamentali: costo della produzione, produttività, capacità di acquisto e necessità collettiva. Altri fattori correlati includono risorse naturali, caratteristiche geografiche, clima, sistemi fluviali, trasporti, potenzialità industriali, patrimonio culturale e condizioni sociali.

A causa della mancanza di un principio ben definito di pianificazione economica e del predominanza di vari sentimenti restrittivi, l’economia indiana è stata paralizzata dall’inerzia. Le fabbriche d’acciaio sono state costruite dove non c’è energia a basso costo e grandi raffinerie di petrolio come quelle di Mathura e Barauni sono state costruite dove non ci sono materie prime entro 1000 miglia. Tale politica non è solo un grande spreco e un uso improprio delle risorse, ma illustra anche la mancanza di lungimiranza e ignoranza dei pianificatori dell’India.

Questa situazione ricorda il periodo britannico quando la juta grezza del Bengala fu inviata a Dundee in Gran Bretagna per sviluppare l’industria della iuta britannica. Quando la fornitura di juta grezza dal Bengala fu interrotta, tutte le fabbriche di iuta a Dundee furono chiuse. Se i prodotti di juta finiti prodotti a Dundee non fossero stati venduti in Bengala, l’industria della juta di Dundee non sarebbe sopravvissuta.

Quindi, sulla base dei fattori sopra elencati, ogni unità socio-economica dovrebbe elaborare il proprio piano di sviluppo per l’autosufficienza socio-economica e quindi attuarla.

La pianificazione centralizzata è totalmente fallita in tutti i paesi del mondo, inclusa l’India. Nel sistema di pianificazione decentralizzata del PROUT, dovrebbe esserci un piano coordinato per l’intera unità socio-economica sulla base di una pianificazione a livello di blocco. Inoltre, ci dovrebbe essere un’adeguata pianificazione a livello di blocco in tutta l’unità socio-economica. In questo modo sarà distrutto il ‘seme’ della centralizzazione economica.


Il PROUT è un sistema strutturato di principi guida per l’organizzazione di una società nella quale tutti gli esseri umani possano sviluppare le proprie potenzialità fisiche mentali e spirituali.

Le politiche di sviluppo basate sulla globalizzazione economica come quelle basate sullo statalismo centralizzato stanno spingendo l’intera umanità in un tunnel di degrado ambientale, sfruttamento e negazione dei più elementari diritti. I continui focolai di nazionalismo che si accendono sparsi per il pianeta danno luogo a continue rivalità e conflitti, politici e sociali.

L’originalità del PROUT consiste nel presentare modelli di ‘sistema socioeconomico’ basati sul sentimento dell’Universalismo cioè la visione di totale compassione e spirito di benevolenza verso tutti gli esseri esistenti, realizzato attraverso gli ideali del Neoumanesimo. Il PROUT è la realizzazione pratica di questi ideali.

 Il PROUT propone: 

  • una nuova concezione di Progresso sulla base del diritto di tutti gli esseri umani alla garanzia delle minime necessità (cibo, casa, indumenti, istruzione, sanità) e della distribuzione della ricchezza.
  • una nuova concezione di gestione delle risorse basato sull’utilizzo e non sulla “proprieta’ “

Il PROUT favorisce il massimo sviluppo della ricerca e della scienza ed impone che tutte le conoscenze siano applicate con la massima attenzione per prevenire il danneggiamento dell’ambiente e migliorare al massimo la vita di tutti gli esseri.

Il PROUT applica la decentralizzazione economica e promuove l’autosufficienza e l’autodeterminazione dei popoli. I popoli di tutto il pianeta, evitando la dipendenza da altre economie, potranno incrementare il proprio livello di vita liberandosi dallo sfruttamento che accompagna il potere economico centralizzato e di monopolio e realizzare la Democrazia Economica.

In questo sito troverete una serie di strumenti per analizzare, studiare ed applicare l’economia, la politica, la storia, la sociologia ecc. in una prospettiva moderna ed originale.


 scarica la Mappa Concettuale Completa